Filigrana

Invenzione dei Maestri Cartai Fabrianesi del XIII secolo, le filigrane Fabriano sono da sempre sinonimo di garanzia e certificazione riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo. La filigrana si ottiene in fase di formazione della carta quando ancora l’impasto è molto umido. L’impasto adagiato sulla superficie di formazione della carta, viene “segnato” dai rilievi presenti sul piano di formazione (disegno in negativo della filigrana finita). Le fibre della carta si dispongono naturalmente seguendo questi rilievi e insenature, creando depositi di materia quasi impercettibili al tatto ma che in controluce danno vita a disegni e scritte. La filigrana è ancora oggi la features di sicurezza più diffusa ed efficace per proteggere banconote e carte valori dalla contraffazione.

Mould made watermark

Questa filigrana, ottenuta sul cilindro di formazione della macchina in tondo si distingue dalle altre per la ricca gamma multitonale di chiari e scuri a cui può dare vita. È la più difficile da contraffare e permette diverse opportunità di impiego.

Electrotype watermark

L'electrotype è una filigrana in chiaro in cui il tono è esasperato in modo da creare un forte contrasto con le aree circostanti. Ciò le consente di essere facilmente visibile alla lettura e di difficile riproduzione per un falsario.

Window watermark

L’effetto “cucito” dato dal filo di sicurezza che entra ed esce dalla superficie della carta viene realizzato grazie a questa speciale lavorazione che trasforma la superficie della carta in un delicato velo trasparente che copre e rivela a intervalli regolari il filo di sicurezza.

Fourdrinier watermark

Questa filigrana viene realizzata su macchine a tecnologia piana durante il processo di formazione della carta, i contrasti tonali sono dati dalla differenza di densità di fibre nell’impasto cartaceo. Rispetto a una filigrana Mould made si hanno passaggi tonali meno ricchi e puliti ma comunque resta uno dei sistemi anti-contraffazione più efficaci e diffusi per le carte valori.